STMicroelectronics fa ricerca a Singapore sulla tecnologia SiC

Edoardo Merli, Direttore generale della macro-divisione Power Transistor e Vicepresidente del gruppo Automotive e Discrete di STMicroelectronics: “Questa nuova collaborazione con IME incoraggia la crescita di un ecosistema di carburo di silicio a Singapore, mentre aumentiamo le nostre attività produttive"

ST Microelectronics

L’Institute of Microelectronics (IME) presso l’Agenzia per la scienza, la tecnologia e la ricerca (A*STAR) e STMicroelectronics hanno annunciato l’inizio di un’attività di ricerca e sviluppo (R&D) in collaborazione nel campo del carburo di silicio (SiC) per applicazioni di elettronica di potenza nei mercati automobilistico e industriale.

A*STAR è la principale agenzia di ricerca e sviluppo del settore pubblico di Singapore, le cui attività spaziano dalle scienze biomediche alle scienze fisiche e all’ingegneria. La collaborazione con STMicroelectronics pone le basi per un ecosistema SiC completo a Singapore e crea opportunità per altre aziende di impegnarsi con IME e ST nella ricerca SiC.

Le soluzioni SiC possono superare i dispositivi convenzionali in silicio (Si) nell’elettronica di potenza per veicoli elettrici (EV) e applicazioni industriali per soddisfare l’esigenza di moduli di potenza con fattori di forma più piccoli o uscite di potenza più elevate, nonché il funzionamento a temperature più elevate. Nell’ambito di questa collaborazione di ricerca, IME e STMicroelectronics di A*STAR mirano a sviluppare e ottimizzare dispositivi integrati SiC e moduli package per offrire prestazioni significativamente migliori nell’elettronica di potenza di prossima generazione.

“Siamo lieti di collaborare con STMicroelectronics per sviluppare tecnologie innovative che soddisfino le esigenze del crescente mercato dei veicoli elettrici. Tali sforzi continueranno ad ancorare attività di ricerca e sviluppo di alto valore a Singapore e a rafforzare la sua reputazione di centro regionale attraente per la ricerca, l’innovazione e le imprese”, ha affermato Dim-Lee Kwong, direttore esecutivo di IME.

“Questa nuova collaborazione con IME incoraggia la crescita di un ecosistema di carburo di silicio a Singapore, mentre aumentiamo le nostre attività produttive. Lo sforzo collaborativo pluriennale ci aiuta ad aumentare il nostro impegno globale di ricerca e sviluppo attraverso i nostri programmi esistenti gestiti da Catania e Norrköping (Svezia), che coprono l’intera catena del valore SiC “, ha affermato Edoardo Merli, Direttore generale della macro-divisione Power Transistor e Vicepresidente del gruppo Automotive e Discrete di STMicroelectronics. “La forte conoscenza e competenza di IME in materiali a banda proibita ampia, e in particolare SiC, ci supporta nell’accelerare lo sviluppo di nuove tecnologie e prodotti che affrontano le sfide della mobilità sostenibile e di una migliore efficienza energetica in un ampio spettro di applicazioni”.

Si prevede che l’elettronica di potenza di prossima generazione sarà basata su materiali Wide-Bandgap come il carburo di silicio (SiC), che ha migliori caratteristiche per la conversione di potenza. Con una maggiore efficienza energetica e fattori di forma più piccoli, i dispositivi di potenza SiC possono produrre risparmi energetici in diversi sistemi chiave all’interno dei veicoli elettrici, come l’inverter di trazione (il “motore” di un veicolo elettrico), i caricabatterie di bordo e i convertitori CC-CC (che alimentano i fari , luci interne, motorini dei tergicristalli e dei finestrini, ventilatori, pompe e molti altri sistemi dalla fonte principale ad alta potenza, dopo la conversione a una tensione inferiore).


Potrebbe interessarti anche:

STMicroelectronics è partner del programma Startup Autobahn

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui