Darton: quarant’anni e non sentirli

Una dimensione nazionale e consolidata, un team di oltre 30 persone, una gamma di soluzioni di fornitori di primo piano, un fatturato che si proietta verso i 30 milioni di euro. Sono i risultati frutto del lavoro e della passione del team Darton

Darton anniversario

di Laura Reggiani

Fondata nel 1982 e acquisita nel 2006 da Francesco Mongiardo e Riccardo Balconi, che ne sono oggi alla guida, Darton festeggia nel 2022 i suoi primi quarant’anni di presenza sul mercato dell’elettronica. “Siamo particolarmente orgogliosi oggi di poter confermare quello che avevamo promesso ai fratelli Bruschi al momento dell’acquisizione: portare avanti l’attività da loro fondata, consolidarla e farla crescere nel tempo, in termini di risultati e di competenze, rispettando sempre le persone e il valore che portano all’azienda. Perché questo è quello che abbiamo fatto in questi 15 anni”, esordisce il Presidente Francesco Mongiardo.


L’articolo integrale è pubblicato sul Numero 14 di Elettronica AV


Quella di Darton è una storia che, come raccontano i due imprenditori, è frutto di lavoro e passione, del desiderio di andare sempre oltre e raggiungere nuovi obiettivi, senza mai dimenticare l’importanza che per il successo di qualsiasi business hanno i clienti e i fornitori, ma soprattutto i collaboratori: “Siamo convinti che la correttezza e la trasparenza unite alla competenza e alla specializzazione siano e rimangano la strada migliore per costruire e mantenere un rapporto proficuo e di lungo respiro con tutti i partner”. Il successo e le crescite che hanno portato Darton a raggiungere tutti gli obiettivi sono infatti frutto dei rapporti instaurati negli anni con i clienti e con i fornitori, ma soprattutto dell’impegno dimostrato dal team e della loro voglia di far crescere l’azienda.

Francesco Mongiardo, Alessandro Macheda e Riccardo Balconi di Darton

Crescita e specializzazione

Tra le tappe più importanti di questi 40 anni di storia, come ricorda Riccardo Balconi, c’è l’acquisizione avvenuta nel 2008 della società Raimondi, storico distributore di Murata, poi integrato in Darton nel 2017: “Grazie alla nostra passione e alla nostra volontà di crescere, Darton ha raggiunto un fatturato di oltre 24 milioni di euro, può contare su un team di 32 persone, una linecard che comprende 15 fornitori di primo livello, tre sedi sul territorio nazionale, un magazzino a disposizione dei clienti e un web strutturato per l’e-commerce”. Ma ad essere cambiata non è solo la dimensione aziendale, quanto la visione strategica e gli obiettivi. Secondo Balconi, infatti, il distributore deve esser in grado di offrire un valore aggiunto sia al cliente che al fornitore: “Al cliente quindi non solo un’offerta di prodotti, ma un servizio consulenziale, che si concretizza in un aiuto completo fornito da parte di specialisti nello sviluppo del progetto con un approccio di co-engineering. Al fornitore la garanzia di una totale focalizzazione sui suoi prodotti, la professionalità e la competenza delle nostre persone e il loro lavoro di creazione della domanda”.

Il rapporto con i fornitori

L’offerta di prodotto Darton comprende oggi una gamma proveniente da marchi leader come Molex, Harting, Weidmuller, 3M e Panduit nella connessione, Murata nei passivi, TDK-Lambda negli alimentatori, a cui si aggiungono fornitori più specializzati come Brady East, Tokyo Parts, Klasing, C&K, Raltron, Fujipoly e Agro. “Si tratta di fornitori tra loro sinergici e complementari, che vanno a formare una offerta completa e specializzata”. spiega Alessandro Macheda, responsabile commerciale di Darton, che non nasconde come l’azienda stia guardando anche ad altre opportunità: “La nostra attenzione è oggi rivolta anche ad ambiti come l’Internet of Things e la connettività 5G, l’elettrificazione dei veicoli e la mobilità elettrica. Proprio in ambito IoT è possibile in futuro un ampliamento della nostra offerta con soluzioni legate alla connettività e alla visualizzazione, che ci permettano di avere, anche in quell’ambito, un’offerta completa”. Il rapporto storico con alcuni fornitori ha portato negli anni Darton ad aumentare la propria presenza sul mercato: “Se in questi anni abbiamo aumentato le nostre share sul mercato è grazie al supporto che ci danno fornitori storici come Molex e Murata, da sempre i nostri brand trainanti. Insieme, negli anni, abbiamo raggiunto risultati importanti che ci hanno portato a posizionarci sempre sul podio dei loro migliori distributori italiani”, puntualizza Balconi.


L’articolo integrale è pubblicato sul Numero 14 di Elettronica AV


 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui