Ridiamo ai PCB il ruolo che meritano

Denis Vigo, Ceo di DVS e membro del Gruppo PCB di Assodel: “È necessario riportare la centralità dei PCB nel mercato interno, per accrescere la conoscenza del circuito stampato e la sua importanza”

Focus on Pcb

Denis Vigo è Ceo di DVS e membro del Gruppo PCB di Assodel. Nel percorso di avvicinamento alle Fiera FocusOnPcb, gli organizzatori dell’evento in programma a Vicenza il 18 e 19 maggio lo hanno intervistato, chiedendogli perché questo può essere un momento propizio per dedicare un evento dedicato ai PCB.

“È necessario riportare la centralità dei PCB nel mercato interno, per accrescere la conoscenza del circuito stampato e la sua importanza”, ha detto Vigo. “La fiera è un primo step, l’inizio di un percorso che intendiamo sviluppare nel tempo, per raccontare lo stato dell’arte e per confermare il valore strategico prodotto. È vero, i PCB sono considerati ormai una commodity, ma proprio questo è il punto nodale: per la creazione di un qualunque device è necessaria anche la componentistica elettronica, dunque il PCB. Da qui occorre partire, con la consapevolezza che questo settore può diventare elemento critico di successo”.

Il progetto di sviluppo di “Focus on PCB” è dunque impattante nel breve periodo, ma viene vissuto dai protagonisti in ottica prospettica: “Il circuito stampato non è unicamente un prodotto che viene creato e importato o esportato: traina tutta la filiera, dal progettista all’utilizzatore finale, e pretende il suo posto nel mondo della tecnologia avanzata”.

Il mercato dei PCB è cresciuto nel 2021, rispetto al 2019, dopo un 2020 difficile da interpretare. Il buon andamento ha riguardato tutti i settori di applicazione, in modo trasversale. Per i prossimi anni Denis Vigo si attende una crescita meno effervescente, ma comunque costante, in trend con l’inflazione. “Immaginiamo uno scenario positivo per almeno 3-5 anni a venire, con le aziende che, proprio nell’ultimo periodo, si sono strutturate per gestire una domanda costante e dunque per sostenere il mercato”.

Secondo Vigo,  la domanda di PCB in futuro sarà trasversale, essendo essi oggi presenti in tutti gli strumenti tecnologici di uso comune, dal termostato, al telecomando, alle chiavi dell’auto: l’elettronica è ovunque. Alcuni settori sono certamente trainanti, ma assisteremo a importanti cambiamenti: per esempio l’automotive, che ha sempre richiesto volumi importanti di circuiti stampati, avrà sempre un ruolo di primo piano per effetto del mercato delle auto elettriche, ma non sarà più il protagonista assoluto. Nei prossimi anni si farà anche spazio il tema della gestione dei dati e di tutto ciò che è correlato alla connettività per le smart city, unitamente all’ambito medicale e della sanificazione: “In una parola, i PCB saranno diffusi in qualunque strumento o oggetto che sia governato in modo elettronico”.


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui