Come reagire allo shortage? Ce lo spiega Sandro Mascetti, Ceo di MAS Elettronica

MAS Elettronica, come tante altre aziende, ha subito l’impatto dello shortage, ma da questa esperienza ha imparato come reagire con prontezza. Ne parla il suo Ceo, Sandro Mascetti

Mascetti Mas Elettronica

Da due anni a questa parte è in corso una vera e propria crisi dei componenti hardware. Complice la pandemia globale, con i conseguenti lockdown, complice la difficoltà di reperire le materie prime e complice, infine, una domanda in crescita, numerose aziende si trovano di fronte ad una concreta difficoltà nel reperire i componenti hardware.

Il comparto industriale ha toccato con mano la situazione di incertezza che si è venuta a creare a causa dell’approvvigionamento dei materiali. Inoltre, le materie prime hanno raggiunto livelli di costo significativamente alti, trasformando ad un certo punto i componenti in merce rara e irreperibile. Secondo un report, pubblicato da Uptime Institute, queste problematiche potrebbero protrarsi per i prossimi due anni e riguardare la fornitura di microchip e componenti elettronici. Tuttavia, la pandemia ha insegnato all’industria come agire rapidamente mettendo a punto nuove strategie basate su di una visione più elastica scoprendo nuovi strumenti a disposizione.

MAS Elettronica, ad esempio, ha subito l’impatto dello shortage, ma da questa esperienza ha imparato come reagire con prontezza. Sandro Mascetti, Ceo della società italiana,  racconta con qualche aneddoto il periodo di incertezza che stanno attraversando i mercati e spiega come la sua azienda sia riuscita a reagire con decisione alle sfide poste dallo shortage. Le mosse vincenti sono state, in particolare:  sensibilizzare tutti i clienti nella pianificazione a lungo termine delle produzioni; flessibilità nelle produzioni, lavorando sulle alternative e quando serve modificando le schede per poter produrre sviluppando e adattando il software; stretta collaborazione con i produttori/partner, per accorciare e rendere il processo decisionale più breve ed efficiente.

Collaborare, innanzitutto

Il confronto con i colleghi e le altre realtà è stato fondamentale. Abbiamo rafforzato i rapporti con i nostri player e clienti per superare insieme gli ostacoli che avrebbero potuto mettere in difficoltà i progetti e le attività”,  afferma Mascetti, ponendo il focus su quanto sia stato determinante avere instaurato negli anni un forte legame con i fornitori e la clientela. “Avere un forte legame con i nostri fornitori ci ha permesso di analizzare insieme la situazione e predisporre le cose in modo da rispettare gli impegni presi con i nostri clienti. Il rapporto di fiducia fra MAS Elettronica, i propri fornitori e la propria clientela è un circolo virtuoso che si è anche trasformato nell’energia vitale che ha tenuto acceso i nostri motori anche nei momenti in cui il mondo era pressoché paralizzato”. Le reazioni alla situazione e le relative azioni intraprese non sempre sono state perfette, ma sono risultate efficaci e hanno permesso all’azienda di predisporre le proprie strategie in modo molto più mirato alla resilienza. Dice ancora Mascetti: “Collaborare, fare squadra, aiutarsi, sono approcci essenziali che vengono spesso oscurati dal “panico” che si crea quando non si riesce a rispettare qualche scadenza. È vero…Più facile a dirsi che a farsi, ma in queste situazioni serve un certo “distacco” in modo da essere tranquilli e pianificare, pianificare, pianificare”.

L’importanza di una progettazione custom 

Puntare alla customizzazione potrebbe essere l’arma vincente, ed è per questo motivo che in questo delicato periodo le aziende devono impegnarsi per trovare la soluzione giusta che miri a una progettazione hardware customizzata. Mascetti spiega: “Adottare l’approccio della progettazione hardware personalizzata è buona cosa poiché in fase progettuale è possibile effettuare qualsiasi modifica. In questo periodo, dove la disponibilità dei componenti è estremamente mutevole, occorre adattare il progetto a questa variabile perché è proprio la disponibilità o meno di un componente che oggi detta legge”. Una volta stabilita la disponibilità dei componenti occorre tenere conto che per progettare un software che offra elevate prestazioni è necessario che sia costruito con un hardware che possa garantire la miglior customer experience. L’hardware customizzato di un sistema richiede poi diverse fasi per arrivare alla soluzione completa e ottimale.

MAS Elettronica e il futuro

Il 2022 sarà un anno importante per MAS Elettronica: “Per proseguire la nostra missione nell’innovazione tecnologica, ci siamo prefissi nuovi e sfidanti obiettivi, sia a livello aziendale che individuale, coinvolgendo tutto il team. Nonostante il periodo trascorso, che è stato estremamente complesso, abbiamo appreso e imparato una lezione di valore inestimabile per l’azienda e che rappresenta uno stimolo per affrontare ancora meglio questo momento di profonda trasformazione. MAS Elettronica intende espandersi e crescere ulteriormente collaborando in modo proattivo con partner strategici. A questo proposito siamo apertissimi ad accogliere nuove proposte da parte dei distributori, perché MAS Elettronica è fermamente convinta dell’assoluto valore delle collaborazioni e dei valori umani” .


Potrebbe interessarti anche:

Da Mas Elettronica un modulo con processore neurale per applicazioni AI

Competenza, professionalità e passione: l’identikit di MAS Elettronica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui