Veicoli ibridi ed elettrici: TÜV certifica le competenze del personale tecnico specializzato

TÜV Italia è l’unico ente a rilasciare la certificazione di “Tecnico in veicoli ibridi ed elettrici (HVT)” con accreditamento ACCREDIA, a garanzia della qualità del processo valutativo, della competenza del personale coinvolto e del riconoscimento a livello nazionale ed internazionale

Veicoli ibridi ed elettrici

L’alta tensione all’interno dei circuiti dei veicoli ibridi ed elettrici rappresenta un potenziale pericolo per tutti i tecnici specializzati. 

TÜV Italia è l’unico ente a rilasciare la certificazione di “Tecnico in veicoli ibridi ed elettrici (HVT)” con accreditamento ACCREDIA, a garanzia della qualità del processo valutativo, della competenza del personale coinvolto e del riconoscimento a livello nazionale ed internazionale.

Le immatricolazioni di veicoli ibridi ed elettrici sono in costante aumento e questo sta rapidamente rivoluzionando il mercato italiano e globale. Dal 6,4% di veicoli immatricolati nel 2019 si è passati al 19,2% del 2020, per arrivare a una tendenza che nel 2021 raggiungerà il +50% rispetto all’anno precedente. Una crescita esponenziale che dimostra quanto questo settore stia acquisendo sempre più importanza nel mercato e che richiede specifiche conoscenze e competenza da parte del personale dedicato alla progettazione, manutenzione e assistenza dei veicoli PHEV/BEV. Negli ultimi 10 anni TÜV Italia, in collaborazione con importanti case automobilistiche, ha contribuito ad accrescere la conoscenza e competenza degli operatori che lavorano su tecnologia ibrida ed elettrica attraverso la progettazione di specifici percorsi formativi e lo sviluppo di schemi di certificazione del personale, che hanno portato al rilascio di oltre 650 certificati.

TÜV Italia e Accredia per la certificazione dei veicoli elettrici

Il 14 dicembre è stato istituito l’accreditamento ACCREDIA dello schema proprietario per la certificazione del “Tecnico in veicoli ibridi ed elettrici (HVT)” rivolto a tutti gli operatori che svolgono attività di progettazione, manutenzione e/o assistenza sui veicoli e loro componenti (officine di autoriparazione, centri revisione, assistenza stradale autodemolitori, produttori componenti automotive, ecc). Lo schema HVT di TÜV Italia pone al centro la tutela della salute e sicurezza dei lavoratori e dell’ambiente garantendo, attraverso una valutazione oggettiva, che l’operatore abbia la conoscenza, la competenza e l’abilità necessarie per mettere in sicurezza i veicoli ibridi ed elettrici, svolgere interventi sull’impianto elettrico in alta tensione, identificare possibili rischi, definire le misure di protezione necessarie e da attuare in caso di incidente ed effettuare le attività di rimozione, imballaggio, stoccaggio e preparazione per il trasporto al fine dello smaltimento delle batterie ad alta tensione dei veicoli ibridi ed elettrici.


Potrebbe interessarti anche:

Idrogeno, come sfruttarne le potenzialità con il supporto di TÜV

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui