Digimax: “Il mercato industriale? Lo conosciamo bene”

Per Digimax il mercato industriale ha un’importanza strategica. Con un ecosistema di soluzioni dedicate, il distributore di Vicenza ha maturato un know-how trasversale a diversi tipi di prodotto, complementari ai computer embedded e agli alimentatori, che rimangono elementi cardine dell’offerta in ambito automazione e controllo.

Digimax Assemblaggio e customizzazioni PC embedded

Schede PC embedded, alimentatori ad alta potenza, display touch, convertitori DC-DC, joystick personalizzabili, telecamere per visione industriale, soluzioni per la connettività di rete, sensori wireless e componenti da scheda elettronica: sono queste le principali linee di prodotto che Digimax offre ai clienti del settore industriale. In questo mercato, grazie a una crescita costante e al rapporto di fiducia instaurato con i partner, il distributore di Vicenza ha sviluppato know-how trasversali su linee di prodotto complementari, a partire dai due elementi cardine per quanto riguarda l’automazione e il controllo: i computer embedded e gli alimentatori industriali.

Oltre ai prodotti, però, a fare la differenza in questo comparto per Digimax è la capacità di anticipare i tempi e proporre servizi di consulenza all’altezza: non si tratta, quindi, solo di individuare le soluzioni migliori, ma anche di saper offrire servizi in prospettiva e integrare le soluzioni proposte attraverso collaudi e personalizzazioni. Ecco perché l’azienda continua a investire in servizi di assemblaggio, test, collaudo e personalizzazione di sistemi computerizzati sempre più evoluti, attraverso tecnici costantemente aggiornati e aree aziendali dedicate, e si è lanciata con ottimi risultati nella sfida della digitalizzazione, che ha coinvolto diversi aspetti aziendali – dallo studio dei processi interni al modello di business – e ha dato il via allo sviluppo di soluzioni come, ad esempio, dashboard di controllo e analisi dati e piattaforme B2B personalizzate per i singoli clienti.

Elettronica per l’industria di oggi

Vivendo in prima persona l’evoluzione del comparto industriale, Digimax ha uno sguardo attento alle tendenze tecnologiche che lo stanno interessando. Negli ultimi anni, con lo sviluppo di applicazioni di Industria 4.0 e IIoT, le tecnologie in ambito manifatturiero si sono evolute e hanno coinvolto le aziende in un percorso di crescita e digitalizzazione che, complici le recenti regole sul distanziamento sociale imposte per contenere la pandemia, ha conosciuto una forte accelerazione in particolare nelle applicazioni di controllo e gestione da remoto di macchinari e sistemi. All’interno della Smart Factory, inoltre, il costante sviluppo di tecnologie e protocolli di comunicazione per reti industriali come MQTT, NB-IoT e LoRa ha favorito lo sviluppo della sensoristica wireless.

“Uno dei maggiori trend riguarda la gestione del dato in cloud”, dice Paolo Franzan, Marketing Manager dell’azienda. “L’obiettivo è gestire, controllare e analizzare, anche da remoto, interi flussi di dati connettendo on line tutte le componenti dei vari processi produttivi e ottimizzare così, in modo strategico, gli interventi di manutenzione”.

Un altro ambito dinamico, nel quale Digimax ha potenziato la propria presenza con partnership specifiche e soluzioni testate e customizzate, è quello della visione: “Le applicazioni di machine vision costituiscono uno dei mercati più diffusi e in crescita. Utili per l’ispezione dei processi produttivi, queste soluzioni permettono di determinare in modo sempre più preciso la qualità del prodotto a fine linea: grazie a telecamere e computer industriali ad alte prestazioni si possono elaborare immagini ad alta velocità, con una precisione micrometrica”. Infine, come non citare l’Intelligenza Artificiale: “Le soluzioni di AI continuano a perfezionarsi, con software in grado di svolgere compiti di controllo e diagnostica sempre più complessi e con un approccio umano-centrico”.

Laboratorio dedicato e logistica intelligente

Per lo sviluppo di progetti industriali, system integrator e costruttori di macchine hanno esigenze specifiche: chiedono soluzioni modulari con la capacità di garantire una completa integrazione tra componenti hardware, meccaniche, cablaggi e sistemi software. Rivolgendosi a Digimax, hanno la possibilità di interagire con un unico partner che ha un’ampia visione del mercato e dispone di uno spazio apposito per lo sviluppo delle soluzioni integrate e ready to use, concepite sulla base delle specifiche del cliente. Digimax dispone infatti di XLAB, un’area dedicata alla realizzazione di soluzioni per il settore industriale e a consulenze specializzate per progetti di manutenzione, collaudo e test proprio per questo mercato. Il laboratorio, che si aggiunge allo Showroom e al Digimax Lab, entrambi dedicati in parte al settore industriale e in parte al lighting, entro fine anno sarà ampliato, per servire al meglio un comparto in rapida crescita. Fedele alla propria natura di “distributore a valore aggiunto”, per differenziarsi sul mercato industrial, Digimax sta lavorando anche sul fronte della logistica, con l’obiettivo di rendere la gestione del magazzino e la Supply Chain sempre più intelligenti. “Una visione di lungo raggio e un’organizzazione puntuale sono i concetti alla base di un’attenta gestione degli impegni, di politiche commerciali ponderate di diversificazione dei fornitori, di processi di digitalizzazione e di una presenza capillare sul territorio”, spiega Franzan. Un altro aspetto sul quale Digimax è concentrata riguarda la capacità di reagire in uno scenario come quello odierno, contrassegnato da cambiamenti repentini e mutazioni, nel quale è fondamentale saper interpretare il mercato e sviluppare di conseguenza le strategie utili a rispondere in modo intelligente.

“Con la crisi dei semiconduttori, in parte causata dai nuovi scenari post-Covid, abbiamo intrapreso già nell’estate 2020, all’insorgere dei primi segnali, azioni preventive: attraverso una politica di gestione dello stock e un’attenta programmazione a lungo termine degli ordini, abbiamo implementato una serie di servizi nella piattaforma B2B, in modo da offrire ai nostri clienti uno strumento semplice e aggiornato 24/7 per permettere una gestione personalizzata e precisa di ordini, giacenze e listini”. La recente crisi dei componenti, accompagnata dall’obsolescenza di chipset elettronici, ha spinto quindi Digimax a controllare l’intera filiera in modo strutturato, automatizzando processi di condivisione delle informazioni e rafforzando le relazioni con i partner industriali.


Potrebbe interessarti anche:

Digimax: cuore ed energia positiva nella distribuzione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui