Apple aderisce al programma di imec per ridurre l’impatto ambientale dei semiconduttori

Apple ha aderito al nuovissimo programma di ricerca per tecnologie e sistemi di semiconduttori sostenibili (SSTS) di imec

Imec-300mm-Cleanroom

La tecnologia dei Circuiti Integrati è un fattore abilitante fondamentale. È l’ingrediente segreto delle innovazioni all’avanguardia come l’Internet of Things (IoT), l’apprendimento automatico e le applicazioni di cloud computing. Ma è anche una componente essenziale di innumerevoli oggetti “quotidiani”: dalle auto agli smartphone. Nel corso degli anni, l’introduzione di generazioni di chip sempre più piccole, potenti e sempre più efficienti dal punto di vista energetico ha reso i dispositivi intelligenti sempre più sostenibili. Tuttavia, è proprio la crescente dipendenza del mondo dalla tecnologia dei semiconduttori e dai suoi intricati processi di produzione che hanno ampiamente contribuito all’impronta ecologica dell’industria di produzione di circuiti integrati, con un elevato consumo energetico e uso di prodotti chimici, materie rare, acqua ed emissione di gas serra. Quasi il 75% delle emissioni di CO2 di un dispositivo mobile può essere attribuito alla sua fabbricazione e la metà di queste derivano dalla produzione di circuiti integrati.

“Molte aziende di sistemi sono oggi a zero emissioni di carbonio per le loro impronte aziendali e hanno espresso l’ambizione di avere la loro intera impronta di carbonio a zero entro il 2030. Sono molto impegnate a raggiungere questo obiettivo, ma spesso mancano i dati per decifrare la parte finale dell’IC.  È qui che entra in gioco imec:  abbiamo questi dati e siamo pronti a supportare il settore con tutte le informazioni, gli strumenti, gli strumenti e i numeri necessari”, afferma Luc Van den hove, Ceo di imec.

L’azienda ha avviato il programma SSTS, al quale ha aderito Apple. “Le aziende si rendono conto che possono diventare carbon neutral solo se l’intera catena di approvvigionamento segue l’esempio. Quindi, questo è l’effetto valanga che vogliamo creare – insieme ad Apple – oggi: vorrei invitare l’intera catena del valore dei semiconduttori ad agire come una cosa sola e ad unire le forze con noi per ridurre l’impronta ecologica dell’intera industria dei semiconduttori”, dice ancora Van den hove.

Il programma di ricerca su tecnologie e sistemi di semiconduttori sostenibili (SSTS)  combina le intuizioni di imec in materia di infrastrutture, tecnologia e macchinari per aiutare l’intera catena del valore IC a ridurre la propria impronta ecologica e ha l’obiettivo di informare i partner dell’impatto ambientale di determinate scelte effettuate nella fase di definizione della tecnologia dei chip. “Questa visione olistica, costituita da modelli concreti e affidabili e analisi dettagliate della carbon footprint è ciò che distingue il nostro programma SSTS”.


Potrebbe interessarti anche:

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui