AT&S: investimento da 1,7 miliardi di euro per produrre in Malesia

L'austriaca AT&S avvia la costruzione del primo impianto produttivo high-tech dell'azienda nel sud-est asiatico, in Malesia. L'investimento è di 1,7 miliardi di euro

ATS Campus_Malaysia_3

AT&S, produttore di microelettronica ad alta tecnologia con sede in Austria, costruirà un impianto per i substrati IC presso il Kulim Hi-Tech Park di Kedah, in Malesia. L’investimento previsto è di circa 1,7 miliardi di euro nei prossimi anni. Altra cifra importante riguarda il numero di posti di lavoro che si andrebbero a creare: 6.000.

La costruzione della nuova struttura di AT&S è stata inaugurata con una cerimonia ufficiale il 30 ottobre, mentre la data di entrata in funzione è prevista per il 2024.

“Voglio ringraziare il governo malese e il MIDA (la principale agenzia di promozione del governo sotto il Ministero del Commercio Internazionale e dell’Industria) per il grande supporto durante l’intero processo, dall’inizio della nostra ricerca della posizione fino ad oggi”, afferma AT&S CEO Andreas Gerstenmayer. “Già oggi, la Malesia è un importante hub per la filiera dei chip. Siamo convinti che la Malesia possa rafforzare ulteriormente la sua posizione di paese tecnologico e svilupperà la sua posizione nella regione come centro di produzione high-tech in Asia”.

Ingolf Schroeder, COO di AT&S, aggiunge: “AT&S porta l’ultima generazione di tecnologie di fascia alta in Malesia e creerà un settore tecnologico completamente nuovo in uno dei futuri hotspot microelettronici globali. Oltre alla produzione di prodotti ad alta tecnologia, in questo nuovo sito verranno condotte anche ampie attività di ricerca e sviluppo”.

Saranno richieste risorse umane altamente qualificate: specialisti, manager e ingegneri elettronici, meccanici, chimici. Allo stesso tempo, AT&S è anche alla ricerca di circa 4.500 operai che possano lavorare in un ambiente di officina altamente sofisticato.

AT&S sta studiando la cooperazione e le partnership con le principali università della Malesia. “Queste partnership non solo ci aiuteranno a scoprire nuovi percorsi per l’industria della microelettronica”, afferma Andreas Gerstenmayer. “Daranno anche un contributo importante allo sviluppo di un ampio know-how nelle varie aree dell’industria della microelettronica per la Malesia e, alla fine, contribuiranno allo sviluppo positivo della società”.


Potrebbe interessarti anche:

Semi plaude al Pact for Skills per la microelettronica

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui