Zhenghai Group e Rohm: joint venture nei moduli di potenza SiC

La nuova società si chiamerà Haimosic e dovrebbe essere costituita in Cina a dicembre; sarà di proprietà all'80% di Shanghai Zhenghai Semiconductor Technology e al 20% di Rohm

ROHM Zenghai

Zhenghai Group e Rohm hanno firmato un accordo di joint venture per costituire una nuova società nel settore dei moduli di potenza.

Isao Matsumoto, presidente e Ceo di Rohm, ha commentato: “Il gruppo Zhenghai ha una vasta gamma di attività in Cina. Come azienda leader nei dispositivi di potenza SiC, Rohm ha sviluppato i dispositivi più avanzati al mondo e ha fornito soluzioni di potenza insieme ai componenti periferici. Lo sviluppo di moduli di potenza nella nuova società incoraggerà l’uso di dispositivi di potenza SiC nei veicoli a nuova energia, che stanno guadagnando slancio in Cina, oltre a svolgere un ruolo importante in altre ricerche applicative. Attraverso l’attività della nuova società con Zhenghai Group, mireremo all’ulteriore sviluppo ed evoluzione di entrambe le società”.

Obiettivo della nuova compagine sarà, infatti, sviluppare, progettare, produrre e vendere i moduli di potenza utilizzando dispositivi di potenza in carburo di silicio (SiC), con l’obiettivo di sviluppare un business ideale per inverter di trazione e altre applicazioni in veicoli a nuova energia. L’accordo permette di sviluppare moduli di potenza altamente efficienti combinando la tecnologia degli inverter delle società del gruppo Zhenghai, la tecnologia dei moduli di entrambe le società e i chip SiC di Rohm. I moduli che saranno sviluppati attraverso la nuova società sono già programmati per essere utilizzati nei veicoli elettrici, e la produzione di massa inizierà dal 2022.

“La creazione di una joint venture tra Rohm e Zhenghai Group per sviluppare il business dei moduli di potenza SiC porterà sicuramente nuovi cambiamenti nel mercato dei moduli di potenza”, ha detto Bi Bohai, presidente di Zhenghai Group. “Attraverso più di 30 anni di sviluppo, Zhenghai Group ha accumulato una ricca esperienza di industrializzazione in molti settori come il magnete permanente di terre rare, la medicina rigenerativa, gli interni delle automobili e le informazioni elettroniche. Ora abbiamo deciso di rendere il business dei moduli di potenza un business strategico per il Gruppo, dandogli il massimo supporto in termini di capitale e risorse umane. Combinando la tecnologia avanzata dei dispositivi di potenza di ROHM con le capacità di industrializzazione di Zhenghai, crediamo che la joint venture contribuirà allo sviluppo dell’industria cinese dei moduli di potenza”.


Potrebbe interessarti anche:

Industria e sostenibilità: Rohm rivede i propri obiettivi ambientali

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui