Intelligenza Artificiale in magazzino: la soluzione proposta da Ammagamma

L’Innovation Unit di Ammagamma ha realizzato Aware, un’applicazione web progettata per supportare i responsabili di magazzino nell’approvvigionamento delle merci​ e delle materie prime, in funzione della domanda di prodotti prevista per le settimane successive

Ammagamma magazzino Pixabay

Ammagamma, società di data science che offre soluzioni di Intelligenza Artificiale alle aziende, ha messo a punto Aware, una nuova soluzione SaaS per la gestione predittiva del magazzino.

Realizzata dall’Innovation Unit di Ammagamma, grazie all’esperienza maturata dall’azienda su progetti di demand forecasting e di inventory optimization in ambito agroalimentare, Aware è un’applicazione web progettata per supportare i responsabili di magazzino nell’approvvigionamento delle merci​ e delle materie prime, in funzione della domanda di prodotti prevista per le settimane successive. Si tratta di un software dotato di intelligenza artificiale, espandibile ed estremamente personalizzabile, adatto alle esigenze specifiche di svariati settori merceologici e tipologie di aziende. La piattaforma può infatti essere personalizzata in fase di setup, inserendo regole di riordino, peculiarità dei fornitori e vincoli specifici del business. L’applicazione è cloud e si integra con i sistemi gestionali esistenti.

“Aware mette a disposizione delle aziende un insieme di strumenti matematici in grado di prevedere la domanda di mercato con un margine di accuratezza molto elevato”, ha commentato Giovanni Anceschi, Head of Innovation di Ammagamma. “Incrementare la capacità di previsione è un tassello fondamentale per l’industria di oggi e genera molteplici benefici, quali un netto aumento della reattività e dell’efficacia di risposta alle esigenze del mercato, un servizio più efficiente per la clientela, migliori processi di produzione, l’ottimizzazione della logistica e la riduzione degli sprechi”.

Per agevolare il controllo di tutte le attività di gestione automatizzate, Aware consente di visualizzare all’interno di una singola schermata i suggerimenti di riordino classificati per priorità, tenendo conto anche dei tempi di consegna dei fornitori e delle relative bancalizzazioni. Il responsabile di magazzino conserverà comunque l’autonomia decisionale, con una più accurata capacità di valutazione: potrà decidere se approvare o modificare le proposte di Aware in base alle necessità aziendali del momento.

Una miglior pianificazione dei riordini si traduce così in una maggior efficienza di processo, con un occhio importante alla sostenibilità.


Potrebbe interessarti anche:

Ammagamma: non siamo solo numeri

Logistica: spazi riorganizzati e ancora più servizi per GM International

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui