Semiconduttori: Semi accoglie positivamente lo European Chips Act

L'European Chips Act fa parte delle politiche della Commissione per realizzare la trasformazione digitale dell'economia europea entro il 2030 nell'ambito del suo piano Digital Decade.

commissione europea semiconduttori

Semi ha applaudito la proposta di legge europea sui chip, volta a rafforzare la ricerca, lo sviluppo e la produzione di semiconduttori in Europa, presentata dalla Presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen in occasione del suo discorso sullo stato dell’Unione lo scorso 15 settembre.

L’European Chips Act fa parte delle politiche della Commissione per realizzare la trasformazione digitale dell’economia europea entro il 2030 nell’ambito del suo piano Digital Decade.

“SEMI sostiene gli incentivi per la produzione di semiconduttori e gli investimenti nella catena di approvvigionamento come quelli proposti per essere inclusi nell’European Chips Act”, ha affermato Ajit Manocha, presidente e Ceo di Semi. “L’implementazione trasparente di tali iniziative offre ai partecipanti del settore l’opportunità di rafforzare in modo efficiente la resilienza dell’industria globale dei semiconduttori e creare una catena di approvvigionamento più solida. L’attuale carenza di chip ha esacerbato gli arretrati e i tempi di consegna per le apparecchiature e i materiali di produzione di semiconduttori. Data l’importanza vitale di questi elementi per espandere la capacità di produzione di semiconduttori, gli incentivi dovrebbero estendersi agli investimenti in attrezzature e materiali per la produzione di semiconduttori nuovi ed esistenti”.

Citando le attuali carenze e la dipendenza dell’Europa dall’ecosistema globale dei chip in un recente post sul blog, Thierry Breton, Commissario europeo per il mercato interno, ha sottolineato che il Chips Act deve garantire la resilienza della catena di fornitura dei semiconduttori attraverso progettazione, produzione, imballaggio e attrezzature. Breton chiede che la legislazione rafforzi la capacità dell’Europa di sviluppare mega fab in grado di produrre grandi volumi di semiconduttori avanzati ed efficienti dal punto di vista energetico. Inoltre, raccomanda che il Chips Act includa strategie per estendere le ambizioni di ricerca dell’Europa, rafforzare il coordinamento della produzione di chip tra gli Stati membri dell’UE e fornire un quadro per la cooperazione e i partenariati internazionali.


Potrebbe interessarti anche:

E se vincessimo anche la gara dei chip?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui