Semiconduttori: il senato Usa approva un finanziamento da 52 miliardi

Il finanziamento rientra nella misura denominata Usica (United States Innovation and Competition Act), che prevede stanziamenti di emergenza per finanziare, tra gli altri, i programmi sui semiconduttori emanati nell'anno fiscale 2021

semiconduttori Pixabay

Semi ha commentato positivamente il passaggio al Senato Usa del provvedimento che stanzia 52 miliardi di fondi per il finanziamento di nuovi incentivi volti a promuovere la ricerca e la produzione di semiconduttori negli Stati Uniti.

Il finanziamento rientra nella misura denominata Usica (United States Innovation and Competition Act), che prevede stanziamenti di emergenza per finanziare, tra gli altri, i programmi sui semiconduttori emanati nell’anno fiscale 2021.  La Camera dovrà approvare la legislazione complementare e riconciliare eventuali differenze tra le proposte di legge della Camera e del Senato prima di inviare i provvedimenti al Presidente per la promulgazione della legge.

“I forti investimenti nella ricerca federale relativa ai semiconduttori e i significativi finanziamenti pluriennali per il programma di incentivi della Sezione 9902 presso il Dipartimento del Commercio miglioreranno significativamente la competitività degli Stati Uniti in questo settore vitale, rafforzeranno un’ampia gamma di catene di approvvigionamento statunitensi e creeranno migliaia di posti di lavoro”, ha affermato Ajit Manocha, presidente e Ceo di Semi. “Con impianti di produzione di semiconduttori, o fab, fortemente dipendenti da una complessa catena di fornitura di attrezzature e materiali, il programma Section 9902 deve rafforzare la stessa supply chain. Il disegno di legge prevede investimenti anche nell’istruzione e nello sviluppo della forza lavoro, sia aiutando gli studenti ad accedere a un’istruzione scientifica, tecnologica, ingegneristica e matematica (STEM) di migliore qualità, sia rafforzando l’istruzione tecnica e i programmi di formazione dei lavoratori già occupati”.

Semi ha applaudito il Senato anche per l’adozione di misure che prevedono sgravi fiscali per le imprese americane e rafforzano la competitività degli Stati Uniti nel settore manifatturiero e ha esortato la Camera dei rappresentanti a finanziare allo stesso modo i programmi citati, per garantire un supporto all’intera catena di fornitura dei semiconduttori negli Stati Uniti.


Potrebbe interessarti anche:

Semi plaude le iniziative sulla produzione dei chip negli Usa

Intel investe in nuove Fab per soddisfare la domanda di semiconduttori

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui