Il medicale visto da Semi: la rivoluzione sanitaria è alle porte

Rene Krantz, Director of R&D Programs & Business Development di Semi: le innovazioni nell'elettronica medica e sanitaria stanno gettando le basi per nuovi prodotti nella salute digitale e nella medicina personalizzata

Semi rivoluzione sanitaria Pixabay

di Virna Bottarelli | Con il Consorzio Nano-Bio Materials, Semi, l’associazione di riferimento globale per il settore dei semiconduttori, è impegnata dal 2013 nello studio di tecnologie elettroniche che migliorino il monitoraggio della salute e la diagnostica.

“Il Nano-Bio Materials Consortium (NBMC) è stato fondato per riunire scienziati, ingegneri e professionisti dell’industria, del governo e delle università per avviare in modo collaborativo la ricerca e lo sviluppo di tecnologie elettroniche per migliorare il monitoraggio della salute umana, la diagnostica e l’aumento delle prestazioni”, spiega Rene Krantz, Director of R&D Programs & Business Development di Semi. “L’obiettivo è costruire in modo proattivo un ecosistema in grado di guidare l’innovazione dell’elettronica medica e sanitaria verso prodotti in grado di servire la società in modo efficiente e puntuale. E sono queste innovazioni che stanno gettando le basi per nuovi prodotti nel campo della salute digitale e della medicina personalizzata, a loro volta orientate a proteggere sempre meglio la nostra salute”.

Una delle iniziative del Consorzio è Smart MedTech, che si propone di colmare il divario tra l’ingegneria tradizionale e le scienze della vita con il supporto di semiconduttori, sensori, connettività wireless, unità di elaborazione e memorie sempre più performanti, per dispositivi medici sempre più piccoli ed efficienti. Rene Krantz parla di una vera e propria “rivoluzione sanitaria” con la quale si passerà da un modello di assistenza incentrato sull’operatore a “un modello di assistenza personalizzato, basato sui risultati, decentrato e non limitato dalla posizione geografica, specifico per la salute di ogni persona e delle sue esigenze mediche e che si avvale di un team di fornitori connessi come mai prima d’ora”.

Semi Infografica medicale
Gli elementi della “rivoluzione sanitaria” secondo Semi

Il successo di questo modello dipenderà dalla microelettronica e dalla tecnologia correlata. In particolare, Semi e i suoi membri si concentreranno su tre pilastri: “Una piattaforma di R&S finanziata, una piattaforma commerciale e una piattaforma educativa”, dice ancora Krants, che fornisce anche qualche dato su semiconduttori e settore medicale: “Per i prossimi 5 anni si prevede per i semiconduttori un tasso di crescita del 3-5%, ma per i semiconduttori per applicazioni medicali le previsioni sono del 10-12%”.

Dal punto di vista dei trend tecnologici, Krantz indica la crescente richiesta di logica avanzata, una maggiore densità di memoria non volatile sui dispositivi e la connettività wireless. Interessante è poi il concetto di “democratizzazione della sanità”, da realizzarsi sfruttando l’elettronica di consumo per innovare assistenza e cura.

Il prossimo luglio 2021 Semi lancerà il Simposio Global Smart MedTech, che continuerà l’esplorazione delle tecnologie elettroniche per i sistemi di monitoraggio e l’elaborazione dei dati. Si discuterà di  monitoraggio in tempo reale di marcatori biochimici, genomica digitale, biosensori e dispositivi indossabili e marcatori fisiologici correlati alla salute e al benessere, come stress, affaticamento, malattie croniche.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui