Rutronik a electronica China: finalmente in fiera dal vivo

Michael Heinrich, General Manager Rutronik Asia: "Partecipando dal vivo a electronica China, abbiamo sfruttato l'opportunità per entrare in contatto con i visitatori specializzati dell'industria elettronica cinese e per presentare loro le nostre soluzioni per le tendenze future nel settore dell'elettronica".

rutronik electronica China

Ad aprile, electronica China ha rappresentato per Rutronik la prima fiera in presenza dall’inizio della pandemia. Dopo oltre un anno di eventi esclusivamente digitali, la partecipazione ha rappresentato anche una sorta di prova per i prossimi eventi in Europa. Secondo rigide normative e misure igieniche, la fiera ha contato più di 1.100 espositori e 48.000 visitatori.

Come ha sottolineato Michael Heinrich, General Manager Rutronik Asia: Gli eventi digitali come il Rutronik TechTalk sono una parte consolidata e parte integrante della strategia di marketing, ma gli eventi con un pubblico reale non li abbiamo dimenticati.  Partecipando dal vivo a electronica China, abbiamo potuto rafforzare ulteriormente la nostra posizione in Cina e in Asia. Abbiamo sfruttato l’opportunità per entrare in contatto con i visitatori specializzati dell’industria elettronica cinese e per presentare loro le nostre soluzioni per le tendenze future nel settore dell’elettronica”.

Rutronik è stata accompagnata da rinomati fornitori come ASSMANN, Vishay, il Gruppo Yageo e Panjit. Insieme a questi marchi, il distributore tedesco ha presentato prodotti e soluzioni per automotive, IoT, Industria 4.0, robotica, logistica, energia, biotecnologie e medicina, automazione e intelligenza artificiale.

I numeri di electronica China

electronica China si è tenuta allo Shanghai International Expo Center (SNIEC) dal 14 al 16 aprile 2021. La fiera ha attirato 1.116 espositori, che hanno presentato le loro soluzioni innovative a 48.268 visitatori professionisti su uno spazio espositivo totale di oltre 60.000 metri quadrati. Lo spazio espositivo è aumentato del 42,5% rispetto al livello pre-pandemia.

Falk Senger, amministratore delegato di Messe München GmbH, ha detto: “Sono lieto di vedere la svolta di electronica China come evento autonomo dopo la separazione da productronica China. Abbiamo tutte le ragioni per credere che la mostra porterà sviluppi più innovativi in ​​futuro, rafforzando la sua posizione di importante piattaforma di business”.

La manifestazione quest’anno ha introdotto più applicazioni nei settori verticali. Stephen Lu, Chief Operating Officer di Messe Muenchen Shanghai, ha dichiarato: “Un maggiore spazio espositivo e un posizionamento espositivo più professionale apriranno un nuovo capitolo per l’alta qualità e lo sviluppo sostenibile della mostra. In futuro, rafforzeremo ulteriormente la condivisione e l’interazione delle risorse tra electronica e productronica, aumenteremo l’espansione in aree verticali chiave e creeremo maggior valore e guadagno per espositori e visitatori”.


Potrebbe interessarti anche:

Rutronik: solidità tedesca, versatilità italiana

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui