Salute e sicurezza sul lavoro: come tutelarle in era Covid?

Fabrizio Avoni, Coordinatore Tecnico schemi Salute e Sicurezza sul Lavoro di TÜV Italia:  “La giornata mondiale della salute e sicurezza sul lavoro acquista ancora più importanza a causa del periodo che tutti noi stiamo vivendo".

sicurezza Covid Pixabay

Lavoratori, datori di lavoro, governi e enti di tutto il mondo attivi nel settore della salute e della sicurezza, in collaborazione con l’Organizzazione internazionale del Lavoro (ILO), celebrano il 28 aprile la Giornata mondiale per la salute e la sicurezza sul lavoro ponendo l’accento sulla sua importanza per tutti.

Tra le realtà attive in questo ambito c’è anche TÜV Italia. Fabrizio Avoni,  Coordinatore Tecnico schemi Salute e Sicurezza sul Lavoro dell’ente certificatore, dice: “La giornata mondiale della salute e sicurezza sul lavoro acquista ancora più importanza a causa del periodo che tutti noi stiamo vivendo. Tutte le organizzazioni sono impegnate ad indirizzare al meglio i loro sforzi per assicurare a tutte le parti interessate un adeguato standard di salute e sicurezza”.

Avoni mette l’accento sulla complessità del contesto, con un quadro legislativo nazionale che impone obblighi, le richieste pressanti delle parti sociali, i lavoratori che necessitano di condizioni controllate per poter svolgere i propri compiti e aziende che hanno la necessità di garantire la propria operatività per assicurare il raggiungimento dei propri obiettivi. Ci sono però strumenti utili a orientarsi, come la linea guida ISO/PAS 45005 prima edizione 2020-12Gestione della salute e sicurezza sul lavoro – Linee guida generali per lavorare in sicurezza durante la pandemia COVID-19″.

Elaborata in pochi mesi dal comitato tecnico ISO/TC con la collaborazione di esperti di oltre 26 Paesi, la linea guida è generica ed è applicabile a tutte le organizzazioni, indipendentemente dal tipo di attività, dalle dimensioni o dalla loro complessità.

Gli obiettivi della Guida sulla salute e la sicurezza

La guida si prefigge lo scopo di:

  1. intraprendere azioni efficaci per proteggere i lavoratori e altre parti interessate rilevanti dai rischi legati al COVID-19;
  2. dimostrare che sta affrontando i rischi relativi al COVID-19 utilizzando un approccio sistematico;
  3. mettere in atto azioni per adeguarsi efficacemente e tempestivamente all’evolversi della situazione.

Le organizzazioni, anche quelle che applicano lo standard ISO 45001, possono utilizzare la linea guida ISO/PAS 45005 per integrare il proprio sistema di gestione per la SSL al fine di adottare un approccio sistemico che facilita il coordinamento delle risorse e degli sforzi che è di fondamentale importanza nella gestione dell’emergenza COVID-19 e la sua rapida evoluzione.


Potrebbe interessarti anche:

L’audit da remoto piace, lo rivela un sondaggio TÜV Italia

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui